.
Annunci online

il blog di Francesco Zanfardino
Una via democratica per il Caucaso
post pubblicato in Diario, il 26 agosto 2008


                                                    
 
Sulla crisi in Caucaso si è detto di tutto e di più. La situazione è fin troppo delicata per ridurla in termini semplicistici, stando dalla parte della Georgia o della Russia, delle etnie o degli Stati, della soluzione Sarkozy o della posizione USA o di quella Russa, dei tempi brevi o dei tempi lunghi. Tuttavia, penso che da questo si possa apprendere qualcosa.

Ovvero che non si può costringere la volontà di indipendenza di un popolo per troppo tempo. Gli Osseti, così come gli Abcati (e le varie etnie del Caucaso, siano esse filo-russe o anti-russe) non si riconoscono nella Georgia, e non si può certo pensare che sia così perchè sono manovrati dalla Russia. Per questo, credo che alla fine l'unica soluzione possibile possa essere un referendum popolare. Con i dovuti accorgimenti (un quorum del 55%, per esempio), ma quando altre soluzioni non sono possibili, è sempre meglio dare la parola ai cittadini. D'altronde, lo si è fatto per il Montenegro, per il Kosovo: perchè non per l'Ossetia?

www.discutendo.ilcannocchiale.it

Sfoglia luglio        settembre
calendario
rubriche
links
tag cloud
ultimi commenti
cerca