Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Quando la confisca non funziona

                                              

Non certo una bella pubblicità per la credibilità dello Stato nella lotta alla criminilalità organizzata
quella che offre l'informativa dei Ros dei Carabinieri di Reggio Calabria alla Procura della Repubblica, diffusa oggi, sullo stato delle confische dei beni mafiosi.

Il passo "incriminante" dell'informativa è questo: "Dopo i primi accertamenti è emerso che parte degli immobili, sebbene siano stati destinati e consegnati alle rispettive amministrazioni comunali nel cui territorio di competenza gli stessi ricadono, sono stati assegnati ad enti e/o associazioni di impegno sociale con notevole ritardo, cioè solo alcuni anni dopo la loro presa in consegna; alcuni, non sono mai stati assegnati ad alcun ente, con iter procedurali avviati e mai conclusi, pertanto inutilizzati; altri ancora sono addirittura risultati in uso e/o nella disponibilità dei soggetti nei cui confronti si è proceduto alla confisca, o dei loro familiari". Notare che solo 3 comuni del Reggino sono in regola, a fronte di decine di comuni "inadempienti". Molti dei beni confiscati sono ancora sfruttati dalle cosche, oppure in stato di abbandono.

Insomma, una notizia scandalosa. Se nemmeno lo Stato è disposto a fare la sua parte contro le mafie, ma allora cosa si vuole pretendere dai privati cittadini?

www.discutendo.ilcannocchiale.it

Sign for Per Roberto Saviano Governatore della Campania

Pubblicato il 22/8/2008 alle 21.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web